Marazzi, la novità Grand Carpet a Cersaie 2017

GRANDE NOVITÀ DI MARAZZI QUEST’ANNO IN OCCASIONE DI CERSAIE 2017, È STATA PRESENTATA GRAN CARPET

Un omaggio alla tradizione del tappeto orientale firmato Antonio Citterio e Patricia Viel. Una trama appena suggerita, stampata su grande lastra, che contamina il repertorio tessile con i decori degli effimeri pavimenti Kolan, realizzati con il riso, e il Mehindi, il tatuaggio indiano temporaneo.

Il decoro antico ma non permanente, capace di rafforzare ed evocare il senso del luogo e onorare un rito di appartenenza è per noi molto coerente con lo scopo di valorizzare un materiale senza che il decoro per sè prevalga sulla materia; la scala ingigantita, la frammentazione del disegno, la versatilità della composizione geometrica delle parti che non necessariamente devono ricomporre una gura, supportano il tema di un decoro simbolico.

Il disegno si manifesta attraverso un grafismo contemporaneo per punti, retino di stampa o pixel, il linguaggio grafico si imparenta con la contemporaneità e introduce il tema della percezione visiva nella prospettiva del piano orizzontale del pavimento. Il disegno diventa percezione evanescente e mutevole secondo il punto di vista, non statico, soprattutto è intimamente integrato con i valori materici della pavimentazione.

Gran Carpet supera così il paradosso che spesso incontra il decoro nell’architettura, di essere neutro ma anche di rafforzare il carattere e l’intenzione del progetto, mantenere un tono di fondo ma essere estremamente pertinente nell’attribuire identità e riconoscibilità allo spazio.